Baratto amministrativo per la rigenerazione urbana

La Legge 164/2014 ha introdotto lo strumento del “baratto amministrativo”, che offre – tra l’altro – la possibilità di stipulare  accordi tra i Comuni e i proprietari di spazi e strutture inutilizzate, per la loro destinazione ad attività d’interesse collettivo in cambio dello sconto sulle imposte (IMU).


I nostri servizi per il baratto amministrativo

img

Il crescente interesse che sta suscitando il paradigma dei “beni comuni” nel dibattito pubblico va di pari passo con le maggiori difficoltà che incontrano le Amministrazioni Pubbliche nel soddisfare con risorse sempre più scarse le domande dei cittadini di nuovi spazi e progettualità per la città pubblica.

La recente introduzione dello strumento del BARATTO AMMINISTRATIVO nella normativa nazionale permette agli Enti Locali l’utilizzo della leva fiscale per garantire la fattibilità di iniziative di rigenerazione urbana, favorendo la collaborazione fra i diversi portatori d’interessi presenti sul territorio.

In particolare, la norma permette di promuovere la collaborazione tra proprietari di edifici inutilizzati (interessati a veder ridotta la quota dell’IMU dovuta), Pubbliche Amministrazioni (interessate a incrementare i servizi ad impatto sociale presenti sul territorio) e terzo settore (con competenze per azioni sociali innovative).

Per supportare le amministrazioni e i dirigenti in questa sfida, KCity da dicembre 2015 ha attivato un gruppo di lavoro multidisciplinare che

  • Ha promosso un approfondimento tecnico attorno a cui è stato organizzato un momento di formazione dedicato agli Enti Locali sulle possibilità connesse a questa nuova normativa
  • Si candida ad offrire un servizio di assistenza tecnica per le amministrazioni che intendono dar corso alle sperimentazioni di questa nuovo approccio collaborativo alla rigenerazione urbana

Materiali del convegno

Baratto amministrativo e governance dei beni comuni

Milano, Martedì 1 dicembre 2015
Con il patrocinio di Lega delle Autonomie e UPEL


Programma del convegno


Governance dei beni comuni


I servizi di interesse pubblico: finanziamento e regolamentazione


Il baratto amministrativo  

EQUIPE INTEGRATA



Il riuso degli spazi urbani offre opportunità innovative per la costruzione della città pubblica

Paolo Cottino

Urbanista - KCity
La datio in solutum si pone in attuazione del principio della sussidiarietà orizzontale

Gabriele Cappello

Avvocato amministrativista
La legge di stabilità impone solo il rispetto dell’equilibrio finale di competenza

Rosangela Grazioli

Esperta di contabilità pubblica - Claro Sas



I servizi di interesse collettivo possono essere gestiti anche da privati tramite convenzione

Gianluca Nardone

Economista - KCity
Le attività di interesse pubblico possono rientrare tra le opere scomputabili dagli oneri di urbanizzazione

Francesca Vrespa

Avvocato amministrativista
Il baratto è una norma utile alla ricerca del difficile punto di equilibrio tra pubblico e privato

Stefano Zucali

Avvocato amministrativista

CONTATTI

Per più informazioni

baratto@kcity.it | 02.365.175.90-1